Sì. L’Accordo territoriale prevede agevolazioni fiscali, ossia l’aliquota per l’IMU al 5.31 per mille, per il proprietario che decide di stipulare un contratto di locazione 3+2, ma solo se tutti i conduttori, intestatari del contratto, spostano la residenza nell’immobile locato e la rendono propria dimora principale.
Se gli inquilini, o anche uno solo di essi, non spostano la residenza l’aliquota dell’IMU è al 7.95 per mille.

Maggiori informazioni sul sito del vostro Comune.